Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Data - 15/04/2018
10:00 - 19:00

Luogo di ritrovo
di fronte alla Scuola Media Vida

Categoria No Categorie


 

L’EVENTO E’ STATO ANNULLATO A CAUSA DELLE AVVERSE PREVISIONI METEO CHE INDICANO PIOGGIA PER TUTTO IL PERIODO.

SARA’ RINVIATO A DATA FUTURA, PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER CLICCANDO QUI

In occasione della manifestazione Lampi dal passato, domenica 15 aprile, per tutto il giorno, il Giardino di archeologia sperimentale del museo Eusebio sarà aperto ai visitatori e animato da rievocazioni storiche sul periodo preistorico, in particolare sull’Età del Ferro locale (tra il X e il III secolo a.C.) e sugli antichi abitanti delle nostre colline, i bellicosi Liguri, fieri rivali dei Romani nei secoli a venire.

Il giorno precedente, sabato 14 aprile, sono in calendario al mattino le visite ad Alba Sotterranea e al pomeriggio lo scavo archeologico simulato   per chi volesse indossare i panni -e gli strumenti di lavoro- dell’archeologo per un giorno. E’ possibile partecipare alle singole attività, o a più di una con un biglietto cumulativo.

Questo è il primo weekend di una serie di tre, ciascuno dedicato ad un periodo diverso della storia cittadina e del territorio; gli altri due sono:

L’Età del Ferro e del Cigno

Nella giornata di domenica 15 aprile, quindi, le associazioni storiche  – Praefectura Fabrum  , nella sua articolazione dedicata alla protostoria locale, Progetto Ligures – Cohors II Ligurum, e l’associazione Flamulasca  animeranno il Giardino di Archeologia Sperimentale facendo rivivere la preistoria locale.

Per  tutta la durata dell’evento i visitatori potranno interagire liberamente con gli esperti rievocatori.
Inoltre, nell’arco della giornata, sono previste tre diverse attività didattiche a orario fisso della durata di circa un’ora.

 

costellazione del Cigno

Tema di questo primo evento sarà l’Età del Ferro e degli antichi Liguri, la popolazione che abitava nel territorio prima della conquista romana e che secondo il mito ha come capostipite mitologico il cigno. La leggenda si ricollega alla figura del re Cicno che, affranto per la morte del parente Fetonte che ha rubato il carro del Sole e dopo aver messo in serio pericolo la Terra e i suoi abitanti viene ucciso da un fulmine scagliato da Zeus, viene tramutato nella costellazione di questo animale che quando muore canta flebilmente. Il mito riecheggia anche nella pietra dell’incisione rinvenuta tra i massi megalitici di un antico castellaro sul monte San Biagio (clicca qui per approfondire)

La manifestazione, ambientata agli inizi del II sec. a.C., permetterà al pubblico di immergersi in un’atmosfera ancestrale, quando le antiche popolazioni Liguri abitavano i luoghi dove sarebbe sorta, nel giro di un secolo, la città romana di Alba Pompeia. Verranno messe in scena sia figure di pertinenza militare, quali guerrieri mercenari, sia personaggi della vita civile, rappresentati da uomini e donne in abiti storici, tipici del periodo in esame.
Inoltre i rievocatori racconteranno al pubblico i tratti salienti dell’antichità celto-ligure, i ruoli principali nella società autoctona e le caratteristiche generiche della vita tribale.


  Attività didattiche a orario fisso:

  • ORE 11.30 L’uomo e la donna liguri. Professioni e ruoli principali nella società ligure
  • ORE 15.00 Arceria e fusioni del piombo (a cura dei Flamulasca)
  • ORE 17.00 Mercenariato ligure ed ausiliari del periodo La Tène finale.

Le postazioni saranno a disposizione del pubblico per la visita negli orari prestabiliti con le didattiche specifiche, mentre nel corso della giornata si potranno ammirare i personaggi rievocati quali artigiani e i soldati svolgere le loro attività ed allenamenti.


Il museo civico archeologico e di scienze naturali “Federico Eusebio”

Le 23 sale del museo civico archeologico Federico Eusebio saranno visitabili per tutto l’arco temporale dell’evento, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19 (il biglietto è incluso nella quota di partecipazione agli eventi), ed è facilmente raggiungibile a piedi (circa 500 metri dal Giardino). Clicca qui per visualizzare la posizione sulla mappa del museo.

 


COSTI
La quota comprende l’ingresso al museo Eusebio e una pubblicazione del museo in omaggio.

Ingresso per la giornata di archeologia sperimentale e rievocazione storica – domenica 15 aprile
7 euro, quota intera 
5 euro, quota ridotta: per partecipanti ai tour di Alba Sotterranea, possessori tessera Abbonamento Musei Piemonte, soci Ambiente & Cultura, giovani tra 10 e 18 anni, studenti universitari e delle scuole secondarie di secondo grado, docenti, giornalisti, guide turistiche abilitate, soci FAI, soci Italia Nostra, in generale soci di enti culturali
4 euro, quota per gli under 10 (l’età minima consigliata per lo scavo simulato è 8 anni).
Le quote comprendono l’ingresso al museo Eusebio e una pubblicazione del museo in omaggio.

Per le prenotazioni (consigliate entro il giorno precedente) usa il modulo sottostante


 

Ingresso cumulativo per tutte le attività delle due giornate – scavo simulato di sabato 14 aprile e laboratori sperimentali e rievocazioni di domenica 15 aprile
• 12 euro, quota intera
• 9 euro, quota ridotta: per partecipanti ai tour di Alba Sotterranea, possessori tessera Abbonamento Musei Piemonte, soci Ambiente & Cultura, giovani tra 10 e 18 anni, studenti universitari e delle scuole secondarie di secondo grado, docenti, giornalisti, guide turistiche abilitate, soci FAI, soci Italia Nostra, in generale soci di enti culturali
• 4 euro, quota per gli under 10 (l’età minima consigliata per lo scavo simulato è 8 anni).
Le quote comprendono l’ingresso al museo Eusebio e una pubblicazione del museo in omaggio.

Per le prenotazioni (consigliate entro il giorno precedente) usa il modulo sottostante

Prenotazione - eventi& itinerari

ATTENZIONE: SE NON SI VIENE INDIRIZZATI SULLA PAGINA DI RINGRAZIAMENTO LA PRENOTAZIONE NON E' ANDATA A BUON FINE. Compila questo modulo per prenotare un'evento.
  • I tuoi dati

  • Es. numero di ingressi omaggio, eventuali soglie (under, over, ...)
  • Indicare ad esempio la presenza di un alunno disabile o altre eventualità specifiche.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.