I giovedì del Centro Culturale

Nel mese di giugno 2021 il Centro Culturale San Giuseppe di Alba ospiterà negli spazi dell’omonima chiesa una serie di incontri dedicati alla cultura: “I giovedì del San Giuseppe”. Questo il nome dell’iniziativa che avrà luogo ogni giovedì del mese alle ore 21.00 e vedrà la partecipazione di quattro scrittori locali, i quali dialogheranno con Roberto Cerrato, presidente del Centro Culturale. Qui di seguito l’elenco degli eventi:

GIOVEDÌ 3 GIUGNO h 21.00 – ROSANNA ROSSO presenta “STORIA DI AMADEA”

Attraverso un romanzo epistolare l’autrice restituisce il ritratto di un’Italia contadina del recente passato dove i personaggi scrivono di matrimoni obbligati tra le colline langarole, trincee sul Carso durante la Grande Guerra, il fronte Mediterraneo del secondo conflitto mondiale e la Torino borghese degli anni ’30. Tra le pagine di questo romanzo, in parte tratto da un carteggio vero, emergono voci di uomini e donne che riversano sulla carta i propri sentimenti, paure e frustrazioni.

GIOVEDÌ 10 GIUGNO h 21.00 – LUIGI CABUTTO presenta con GINO ANCHISI e CRISTINA GILARDI “GRINZANE CAVOUR. L’EVOLUZIONE DI UN TERRITORIO DI LANGA”

Il Comune di Grinzane Cavour con il concentrico di Gallo Grinzane, il suo Castello, i suoi insediamenti rurali, il disegno delle sue colture, le industrie che hanno disegnato l’espandersi del borgo costituisce un buon esempio di quello che trasforma un territorio, come quello di Langa, in un paesaggio della storia, della cultura e dell’imprenditoria albese del Novecento. È questo un bacino di colline e di fondovalle che è stato interessato da precise evoluzioni sia storiche sia antropologiche, quelle che hanno poi caratterizzato tutta l’area albese. Il Comune di Grinzane si colloca come un classico esempio di questo progressivo svolgimento e ne disegna i contenuti, quelli che hanno poi reso famosa e unica, nei suoi prodotti e nel turismo odierno, tutta l’area della Langa dei grandi vini.

GIOVEDÌ 17 GIUGNO h 21.00 – WALTER ACCIGLIARO presenta “PIEVI e CHIESE dell’ANTICA DIOCESI DI ALBA nel REGISTRUM del 1438”

Si tratta di una meticolosa elaborazione derivata dal documento quattrocentesco “Registrum” conservato nell’archivio storico della Curia vescovile in una copia del XVII secolo,
Dal questo Registrum il prof. Accigliaro ha ricavato non solo la fedele trascrizione del documento ma pure varie disamine territoriali. Il volume presenta articolate considerazioni su pievi e chiese a quel tempo comprese nell’antico ambito giurisdizionale della Diocesi. Si tratta del territorio diocesano, molto diverso dall’attuale, cheviene annullato nel 1803. La ricostituzione del 1817 assegna all’ecclesiastica istituzione albese un mutato ambito giurisdizionale, rimasto tale fino ad oggi. Antiche chiese e luoghi di riferimento, nonché casi insoluti vengono attentamente esaminati nel volume in questione mediante analisi storiografiche, comparazioni, ragionamenti sui dati territoriali, ipotesi sostenibili

GIOVEDÌ 24 GIUGNO h 21.00 – FABIO BAILO presenta “RICCARDO ROBERTO. L’UOMO CHE DIEDE GLI OTTO GIORNI AL RE”

Sulla figura dell’avvocato albese Riccardo Roberto, l’uomo che diede “gli otto giorni” al re, si è allungato nei decenni un cono d’ombra. Fu vittima di una sorta di damnatio memoriae, maledizione che ha colpito molti uomini della sua generazione vittime del disgregarsi della memoria individuale e collettiva. Definito “l’Achille del socialismo albese” era stato un infaticabile pioniere della sinistra cuneesse. Impegno che lo aveva portato ad essere eletto alla camera dei deputati prima nelle fila socialiste, poi in quelle del neonato partito comunista che aveva contribuito a fondare. Questa la storia di un indomito antifascista che si intreccia alla storia della sinistra albese, langhetta, roerina.

La partecipazione agli incontri è libera, ma a causa delle restrizioni in corso è consigliabile riservare il proprio posto scrivendo una mail a segreteria@centrosangiuseppe@gmail.com.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.