VISITA IN NOTTURNA AL MUSEO EUSEBIO

L’Associazione Turismo in Langa, in collaborazione con Ambiente & Cultura, propone per sabato 14 aprile 2012, l’iniziativa “VISITA IN NOTTURNA AL MUSEO EUSEBIO”, evento che ricalca un format già sperimentato dall’Associazione con grande successo presso i più bei castelli e beni culturali di Langa e Roero.

Di sera, a luci spente, solo con l’ausilio delle torce a batteria, proprio come nel film “Notte al museo”, grazie al fascino misterioso che deriva dalle opere che si svelano nel chiaro-scuro, la storia riprenderà vita e la visita diventerà una vera e propria avventura divertente e suggestiva, adatta a tutte le età.

I partecipanti dovranno darsi appuntamento direttamente presso il Museo, nel Cortile della Maddalena di Alba, alle ore 20,45 per il primo turno di visita (termine visita ore 22,00 circa) e alle ore 21,45 per il secondo turno (termine visita ore 23,00 circa).

Da qui avrà inizio l’avventura, la visita guidata: il pubblico, munito di torcia, scoprirà con la guida turistica le opere più significative esposte: si farà riferimento ai filoni tematici del Museo, alla nascita della collezione e naturalmente ai principali reperti. Ma la guida della mostra non sarà la sola comparsa della serata, infatti d’improvviso appariranno dei personaggi alquanto bizzarri: un mercante romano di vino, abitante di Pollenzo, coglierà l’occasione per lamentarsi dei suoi affari; Flavia Taziana, la moglie dell’Imperatore Pertinace, si scoprirà una “first lady” con tanto da dire; e, in fine, una “magica” e divina apparizione…

I partecipanti sono invitati a portare con sé una torcia a batteria.

Le visite in notturna sono soggette a prenotazione (telefonare al numero  0173 364030, associazione “Turismo in Langa”).

Ingresso soggetto a quota contributiva. Per le condizioni cliccare qui.

Tutte le attività si svolgono presso il Civico Museo “F. Eusebio”, via Vittorio Emanuele II 19, Alba, Cn (cortile interno della Maddalena, in fondo a destra).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *