Omaggio a Roberto Longhi e Pietro Chiodi.

Alba, chiesa di San Giuseppe.

17 e 24 settembre 2020 ore 17,30.

Nella città di Alba nel mese di settembre si celebra il ricordo di due eminenti studiosi, figure di spicco del Novecento italiano e non solo, che hanno legato le loro vicende in vario modo a quelle della capitale delle Langhe, in occasione del 50^ anniversario della scomparsa di entrambe le figure.

Si tratta dello storico d’arte, collezionista e critico Roberto Longhi ( Alba, 28 dicembre 1890 – Firenze, 3 giugno 1970), a cui è dedicata la giornata del 17 settembre, e del filosofo e partigiano Pietro Chiodi (Corteno Golgi, 2 luglio 1915 – Torino, 22 settembre 1970), a cui è dedicata la giornata del 24 settembre.

 

Roberto Longhi nasce ad Alba il 28 dicembre 1890

Roberto Longhi, forse il più grande storico dell’arte del Novecento, nacque ad Alba sul finire dell’Ottocento.

Stupì l’Italia e il mondo nella primavera del 1951 a Milano con una celeberrima mostra su Caravaggio. Rivolse i suoi poliedrici interessi in pressoché ogni campo della storia dell’arte, lasciando una sterminata produzione letteraria e una cospicua collezione d’arte su cui ora veglia la Fondazione che porta il suo nome.

Per approfondire la biografia di Longhi clicca qui.

Pietro Chiodi, filosofo e partigiano

Pietro Chiodi, filosofo e partigiano, fu maestro di Beppe Fenoglio, a cui insegnò in veste di professore di Filosofia al Liceo classico “G. Govone”, insieme a quel Leonardo Cocito, professore di Lettere, partigiano anch’egli, che cadde nel settembre del 1944 per mano fascista. Catturato insieme a Cocito, Chiodi stesso sfuggirà per un soffio al destino nel campo di lavoro di Innsbruck . Nel dopoguerra si dedicò all’insegnamento della filosofia fino ad ottenere la cattedra di Filosofia della storia all’Università di Torino; Chiodi fu il primo a tradurre e a commentare in italiano Essere e tempo di Martin Heidegger.

Per approfondire la figura di Chiodi, clicca qui.

LA TAVOLA ROTONDA

Un coro di interventi da parte di rappresentanti di numerose realtà culturali cittadine animerà la tavola rotonda del 17 settembre dedicata a Roberto Longhi e quella del 24 settembre dedicata a Pietro Chiodi; in entrambe le occasioni l’omaggio si terrà alle 17.30 nella chiesa di San Giuseppe.

Gli interventi saranno ripresi e rilanciati on line da LRM TV, la tv social di Langhe Roero e Monferrato.

Per chi lo desiderasse, sarà possibile richiedere l’attestato di partecipazione al seminario, in particolare per i docenti e gli alunni, valido ai fini del credito formativo.

PROGRAMMA:

17 settembre – Omaggio a Roberto Longhi

Chiesa di san Giuseppe ad Alba (piazza Giovanni Paolo II, angolo via Vernazza).

Lista degli interventi previsti:

Modera Carola Giacometti (Associazione per il Patrimonio dei paesaggi vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato)

  • Saluti delle Autorità
  • Piera Arata, FAI delegazione di Cuneo, intervento : Introduzione alla figura di Roberto Longhi
  • Sonia Fazio, Ambiente & Cultura – Alba Sotterranea, intervento: La prima formazione di Longhi, gli studi delle opere albesi: Macrino d’Alba e Mattia Preti.
  • Edoardo Borra, Fondazione Piera, Pietro e Giovanni Ferrero, intervento: Roberto Longhi e Anna Banti, “due Fiorentini” per Beppe Fenoglio
  • Giulia Pelassa (Centro culturale San Giuseppe), intervento: Anna Banti e Mina Gregori, allieve e custodi della memoria longhiana.
  • Antonio Buccolo, intervento: Roberto Longhi e Giuseppe “Pinot” Gallizio

24 settembre ore 17,30 – Omaggio a Pietro Chiodi

Lista degli interventi previsti:

  • Saluti delle autorità
  • Elisa Destefanis, collaboratrice dell’Università di Torino e ricercatrice del centro studi Piero Gobetti, intervento: Pietro Chiodi filosofo, traduttore e professore di Filosofia della storia all’Università di Torino
  • Piercarlo Rovera, Presidente dell’associazione ex-allievi del Liceo classico “G. Govone”, intervento: Pietro Chiodi professore al Liceo classico di Alba
  • Edoardo Borra, Fondazione Piera, Pietro e Giovanni Ferrero , intervento: Pietro Chiodi e Beppe Fenoglio.
  • Bianca Roagna, direttrice del centro studi Beppe Fenoglio,intervento: Pietro Chiodi partigiano: i “Banditi”.
  • Enzo Demaria, sindaco di Alba dal 1990 al 1999 e Presidente dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia – sezione di Alba, intervento: Pietro Chiodi e la lotta partigiana nelle Langhe. Un inquadramento storico.
  • Renato Vai, dell’associazione Padre Girotti, intervento: Pietro Chiodi nella vita cittadina albese

PRENOTAZIONI

La  S.V. è invitata all’evento che è a ingresso libero. Posti limitati per via delle misure per il contenimento del covid-19. Durante l’evento vi ricordiamo che è obbligatorio l’uso della mascherina. La prenotazione non è obbligatoria, ma consigliata e gradita e può essere effettuata compilando il modulo in fondo a questa pagina.

ENTI E ASSOCIAZIONI PROMOTORI

Il Centro culturale San Giuseppe, l’associazione Ambiente & Cultura – Alba Sotterranea, l’associazione Padre Girotti e il Centro studi sul paesaggio culturale di Langhe-Roero e Monferrato promuovono la manifestazione in collaborazione con la Fondazione Piera, Pietro Giovanni Ferrero, il centro studi Beppe Fenoglio, ANPI – sezione di Alba, FAI – sezione di Alba, l’Associazione ex-allievi del liceo classico G. Govone, e l’Istituto Piero Gobetti di Torino.

L’evento si svolge con il patrocinio della città di Alba e dell’associazione per il patrimonio UNESCO dei paesaggi vitivinicoli di Langhe Roero e Monferrato

Prenotazione - eventi & itinerari

ATTENZIONE: SE NON SI VIENE INDIRIZZATI SULLA PAGINA DI RINGRAZIAMENTO LA PRENOTAZIONE NON E' ANDATA A BUON FINE. Compila questo modulo per prenotare un'evento.
  • I tuoi dati

  • Es. numero di ingressi omaggio, eventuali soglie (under, over, ...)
  • Indicare ad esempio la presenza di un alunno disabile o altre eventualità specifiche.
    Vuoi essere aggiornato sulle nostre proposte e sui nostri eventi, attività didattiche e progetti? Vuoi conoscere i risultati delle nostre attività istituzionali rivolte ai beni culturali e ambientali? Iscriviti alla nostra Newsletter. Inviamo una mail al mese con tutte le novità ed è comunque possibile disiscriversi in qualunque momento.
    Il trattamento dei dati forniti è finalizzato all'espletamento del servizio richiesto (eventi culturali, mondo della scuola, proposte itinerari). I dati non saranno comunicati e/o diffusi a terzi dalla nostra associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo ma necessario per l'espletamento del servizio. La conservazione dei dati sarà effettuata dal titolare fino a revoca del servizio da parte dell'interessato o fino a conclusione del servizio stesso. L'interessato ha diritto di accesso ai dati, alla loro rettifica, cancellazione e limitazione al trattamento per motivi legittimi e che per l'esercizio di tali diritti ci si potrà rivolgere a info@ambientecultura.it.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *