Culturalmente abili?

Dopo mesi di lavoro da parte dello staff, Ambiente & Cultura ha partecipato al bandoculturability – spazi d’innovazione sociale, promosso dalla fondazione Unipolis, attraverso il progetto “Il giardino della città sepolta”.

280520141067

Particolare dell’affresco della Villa di Livia a Roma

Il nostro rappresenta solamente uno dei 999 progetti presentati da operatori o attori under 35 provenienti da tutta Italia: questo numero è fortemente rappresentativo della vitalità e del fermento che contraddistinguono il settore economico della cultura e della creatività nel nostro Paese.

C’è tanta voglia di fare!

La rigenerazione urbana, la valorizzazione del passato romano, preistorico e del patrimonio naturale della città sono le aree nelle quali il nostro progetto eventualmente interverrà.

Infatti, il progetto si pone l’obiettivo di riqualificare uno spazio verde urbano poco utilizzato attiguo alla scuola media Vida-Pertini di Alba, nelle vicinanze di un importante sito archeologico (il Complesso delle Antiche Mura). Esso rientra nel quadro di un più ampio intervento volto al recupero del sito che vede coinvolti il Comune di Alba e il museo civico archeologico e di scienze naturali “Federico Eusebio”: cominciato nell’estate del 2014 e in via di conclusione per quel che riguarda il restauro e l’allestimento degli interni, godendo dell’indispensabile sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo. L’azione si va ad armonizzare in un ben più vasto quadro di iniziative orchestrate che hanno come fulcro l’importante sito archeologico.

tappa 22

Come potremmo riqualificare questo spazio?

Attraverso la creazione di un “giardino archeologico – aula verde”: un’area outdoor in cui saranno allestite ricostruzioni di archeologia sperimentale e spazi per la didattica delle scienze naturali, sede ideale per forme di turismo attivo di qualità o didattica per le scuole di ogni ordine e grado.
L’obiettivo sarà raggiunto tramite la creazione di un centro di archeologia sperimentale che provvederà all’organizzazione dell’area, alla realizzazione delle riproduzioni e alla dotazione della pannelistica.

 

Inoltre il progetto prevede il coinvolgimento dell’associazione cultural 3P e del centro diurno per disabili cittadino sia per la creazione di una linea di merchandising dedicata (oggettistica fatta a mano ispirata a riproduzioni di reperti archeologici o naturalistici locali) sia per la realizzazione dei pannelli.

Cittadini di Alba, turisti e alunni delle nostre scuole saranno i destinatari del nostro intervento: il sito, nel suo nuovo aspetto, sarà inserito nel circuito di visite “Alba Sotterranea. Il passato è sotto ai tuoi piedi!” e nell’offerta didattica “Il museo per la scuola”.

Nella speranza che la nostra partecipazione nel bando possa trasformarsi in una nuova opportunità per la città… L’associazione, attraverso il lavoro dei suoi membri, ha comunque profuso il massimo sforzo per la presentazione di un progetto che possa contribuire a migliorare la vita culturale di Alba.

Vi aggiorneremo!

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.