E’ uscito il nuovo catalogo dell’offerta didattica per il prossimo anno scolastico 2016/2017!

Caro docente,

abbiamo pubblicato sul nostro sito il nuovo catalogo dell’offerta didattica per l’anno scolastico che sta per iniziare. Puoi consultarlo, scaricarlo e stamparlo cliccando su questo link. Le copie cartacee saranno distribuite nelle scuole dell’albese entro il mese di settembre, ma saranno disponibili anche presso il museo Eusebio.

Anche quest’anno il nostro catalogo dell’offerta didattica offre oltre 150 attività tra cui scegliere, rivolte ad istituti di ogni ordine e grado e pertinenti a quasi ogni materia d’insegnamento, articolate per ambito: Storia, archeologia e antropologia; Ambiente, natura e scienza e Arte, letteratura ed educazione civica. Inoltre si arricchisce di numerose novità, tra cui le attività didattiche legate alle mostre autunnali e quelle collegate al nascente Giardino di Archeologia sperimentale.

Il Giardino di Archeologia sperimentale, situato nell’area verde della scuola media Vida, ospiterà una ricostruzione in dimensioni reali di una Capanna neolitica e uno Scavo simulato con situazioni di epoca preistorica, romana e altomedievale. A questo si collegano alcune delle nuove proposte didattiche con la possibilità della simulazione di scavo limitata al solo periodo preistorico o romano-altomedievale, oppure dell’area completa.

Altre nuove attività si legano alle mostre in programma quest’autunno. Futur Balla dal 29 ottobre alla Fondazione Ferrero (che ha in programma una serie di propri laboratori gratuiti incardinati sulle parole-chiave Luce, Movimento, Colore ed Energia, ma che ha proposto ai musei cittadini di collaborare con delle attività abbinabili) prevede didattiche riconducibili alle parole-chiave Movimento, Colore e Luce. Per la parola “movimento” si andrà alla scoperta di Alba Sotterranea, legata alla parola luce sarà l’arte del Neolitico, mentre novità assoluta sarà la visita tattile al museo grazie alle stampe tridimensionali appena realizzate! Legati alla mostra I minerali della provincia di Cuneo che si terrà presso il Museo civico saranno i laboratori di analisi sensoriale sui minerali e di produzione di pigmenti a partire questi.

Grande novità di quest’anno per il Museo sono le riproduzioni tattili. Grazie ai contributi della Regione Piemonte sono stati scansionati e stampati con le più moderne tecniche di stampa tridimensionale quindici reperti appartenenti alle raccolte sia archeologiche che di scienze naturali. Questi oggetti agevoleranno la visita del museo ai visitatori ipovedenti e non-vedenti, ma saranno d’aiuto anche per le persone normodotate che potranno così cogliere meglio alcuni dettagli dei pezzi in vetrina.

L’offerta didattica è articolata in maniera da abbinare la visita a uno dei singoli luoghi riuniti nel Sistema Museale Albese (Museo civico “F. Eusebio”, Museo Diocesano, Centro studi “B. Fenoglio”, Centro culturale “S. Giuseppe”, Chiesa di San Domenico, Palazzo del Comune) a un laboratorio, o una sperimentazione o un approfondimento (in loco o in aula), ma è possibile anche combinare diversamente le proposte in base alla necessità.

Per avere tutti gli aggiornamenti iscriviti alla nostra newsletter nella categoria “docenti” cliccando qui.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *