LEGIO VIII AVGVSTA. Associazione di rievocazione storica

La Legio VIII Avgvsta è un’associazione di rievocazione storica militare dell’evo romano; partecipa  a LA STORIA IN AZIONE. Lampi dal passato! la due giorni di archeologia sperimentale presso il Giardino di Archeologia Sperimentale del museo civico Federico Eusebio, in programma il 16 e 17 settembre 2017. Una piccola delegazione in armi della legione sarà a disposizione di appassionati e curiosi per spiegare gli aspetti di vita militare tra età tardorepubblicana e prima età imperiale.

Ecco la storia della Legio VIII Avgvsta che l’associazione di Lugano (Svizzera) si onora di rievocare.


L’VIII Legione fu costituita da Giulio Cesare nel I secolo a.C. e, con la VII, IX e X, fu tra le legioni più vecchie dell’esercito imperiale romano.
Il suo simbolo era il toro.
Tra i suoi comandanti più importanti ci fu appunto Giulio Cesare ed Augusto, il primo imperatore di Roma.
Con Giulio Cesare invase la Gallia nel 58 a.C. e fu menzionata dallo stesso Cesare nel suo “De Bello Gallico” relativamente alla battaglia contro i Nervi, la tribù più potente della Gallia Belgica.
Durante le guerre civili combattè con Cesare contro Pompeo Magno nelle attuali Italia, Albania ed Africa settentrionale. Dopo la vittoria, i legionari furono congedati ed ottennero in premio terre da coltivare.
Nel 44 a.C. l’ VIII Legione fu ricostituita dal nipote di Cesare, Ottaviano, per combattere a Filippi contro gli assassini di Cesare. Successivamente Ottaviano guido’ vittoriosamente la legione, che all’epoca si chiamava ancora VIII Gallica, in Sicilia contro Sesto Pompeo e ad Azio contro Marco Antonio.
Alla fine delle guerre civili, Ottaviano, ora noto come Augusto, primo imperatore di Roma, trasferì l’ VIII Gallica nei Balcani. Qui la Legione si distinse in combattimento e si guadagno’ il nome di Avgvsta.
Nel 6 d.C. l’imperatore Tiberio, utilizza l’ VIII Avgvsta contro i Marcomanni nell’attuale Cechia, e in Pannonia (parte dell’Ungheria, Austria, Croazia e Slovenia) per sedare una rivolta.
Sotto l’imperatore Claudio, un’unità dell’ VIII Avgvsta partecipa alla conquista della Britannia. E ancora partecipa alla conquista della Tracia, odierna Bulgaria.
Con Nerone combatte valorosamente sul confine danubiano guadagnandosi il titolo di “Bis Avgvsta”.
Dopo aver supportato Vespasiano, la Legio VIII Avgvsta staziona ad Argentorate, l’odierna Strasburgo in Francia.
Successivamente la Legione partecipo’ con Traiano alla conquista della Dacia, l’attuale Romania. Più tardi sedo’ una rivolta e per questo si guadagno’ il titolo di “Pia Fidelis” cioè “leale e fedele” all’imperatore Marco Aurelio.
Per Settimio Severo, primo imperatore di colore, combattè vittoriosamente contro i Parti in Oriente.
Durante le invasioni barbariche del III secolo, l’ VIII Avgvsta combatte sul confine renano-danubiano contro i Germani.
Successivamente fu coinvolta nelle guerre civili schierandosi sempre contro gli usurpatori, restando fedele all’imperatore Gallieno. E’ in questo periodo che alla Legio VIII Avgvsta vengono assegnati i titoli onorifici come V, VI VII Pia Fidelis (5 6 e 7 volte leale e fedele).
Un iscrizione trovata a Zurzach nel canton Argovia e datata 371, prova che nel IV secolo la Legio stazionava in Svizzera dove rimase fino all’inizio del V secolo.
Dopo di cio’, il comandante in capo delle forze romane Stilicone, sposta l’ VIII Avgvsta nel nord Italia per difendere la penisola dalle invasioni Visigote.
Con la caduta dell’impero romano d’occidente nel 476 d.C., le legioni si dissolsero. Forse i legionari tornarono alle famiglie, alcuni disertarono passando alle file dei barbari, ma questo non lo sapremo mai.
Quel che è certo, è che quegli stessi legionari che hanno conquistato tre dei continenti che oggi conosciamo, sono gli stessi uomini che hanno costruito le strade che oggi percorriamo, gli acquedotti alcuni dei quali ancora funzionanti, le terme da cui derivano le nostre piscine.
Per non dimenticare il diritto su cui oggi tante nazioni moderne fondano le proprie leggi.


CONTATTI:
– Legio.ottava.augustagmail.com
– FACEBOOK: Legio VIII Avgvsta

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *