Nel 1834, Paolo Domenico Martina iniziò una lunga carriera militare ed una vita di continui spostamenti; lasciò l’esercito nel 1867, nel ruolo di colonnello.

La sala illustra le vicende militari e personali di questa figura singolare e piuttosto solitaria che, negli anni, costituì un ampio patrimonio di immobili rurali, terreni agricoli ed il palazzo che oggi ospita il museo con le collezioni ornitologiche e malacologiche a cui tanta passione aveva dedicato. Il colonnello Martina decise nel testamento che i suoi beni fossero destinati alla fondazione di una scuola agraria, intuendo che il futuro del suo paese si incentrasse in una migliore cultura per le coltivazioni frutticole e vitivinicole.

Per prenotare una visita guidata al museo Martina clicca qui.