Uno dei maggiori interessi del colonnello fu verso le scienze naturali, illustrato in questa sala nelle collezioni di conchiglie marine della malacofauna mediterranea e di uccelli tassidermizzati, con oltre cento esemplari appartenenti essenzialmente all’avifauna del Piemonte, del territorio di Monforte e della Langa. Non trascurabile è anche la parte di uccelli extraeuropei, costituita da reperti provenienti dall’Africa e dalle Americhe. Il tempo ha però lasciato il suo segno e solo alcuni degli esemplari conservati è oggi fruibile.

 

Per prenotare una visita guidata al museo Martina clicca qui