??????????

Giacimenti uraniferi del Piemonte

La sezione di scienze naturali del Museo Civico “F. Eusebio” permette di avere un ampio sguardo sull’ambiente che circonda Alba, la capitale delle Langhe. Il percorso museale si suddivide in tre sale differenti, ognuna dedicata ad aspetto particolare del territorio: geologia e paleontologia, zoologia ed infine botanica. Ogni aspetto delle scienze naturali viene così trattato: punto di partenza è la storia geologica del territorio con il racconto della formazione delle colline dovuta ai generali movimenti tettonici e al lento lavoro del fiume Tanaro. All’interno di questa prima sala, di particolare pregio è la collezione paleontologica i cui reperti esposti forniscono una panoramica esaustiva delle condizioni climatiche e delle forme viventi presenti nel nostro territorio milioni di anni fa. Il quadro viene completato dalla mostra ” I tesori del Tanaro” che espone i clamorosi ritrovamenti fossili della Balenottera d’Alba e del Mastodonte di Verduno. Infine, va ricordata la sezione di mineralogia che espone esemplari rilevanti di minerali piemontesi. Punto di forza di questa collezione è il particolare allestimento di una vetrina dedicata alla fluorescenza dei minerali che permette di godere dell’affascinante spettacolo dei giochi di colori che si possono osservare con l’ausilio della lampada di Wood.

??????????

Sezione malacologica fossile

Abbandonata la geologia si passa alla zoologia, nella cui sala spiccano i numerosi esemplari di animali impagliati in essa esposti. Un albero filogenetico introduttivo spiega la storia dell’evoluzione del Regno animale, mentre le vetrine successive si concentrano principalmente sui phyla  dei Chordata e degli Arthropoda. La visita permette così di scoprire quali sono i protagonisti principali del nostro territorio: le ricche collezioni sono rappresentative di quasi tutte le specie presenti nella nostra zona. Infine l’allestimento strizza un occhio al visitatore, mettendolo davanti a qualcosa che potrebbe sembrare quasi uno scherzo della natura: spicca, infatti, fra i numerosi uccelli impagliati, un pulcino a due teste, testimonianza dell’imperfezioni della natura.

Il percorso dedicato alle scienze naturali si conclude nella sala di botanica: le vetrine, dall’alto valore didattico, ci presentano il quadro floristico e vegetazionale del nostro territorio, studiato approfonditamente a partire già dall’Ottocento. La ricchezza delle ricerche ha portato alla creazione di un erbario composto da oltre 11.000 fogli la cui importanza è stata riconosciuta anche nell‘Index Herbariorum, una delle più autorevoli voci in questo campo. L’erbario è consultabile su richiesta.

  • Il Museo Civico archeologico e di scienze naturali Federico Eusebio costituisce la tappa finale di tutti i tour di “Alba Sotterranea. Il passato è sotto ai tuoi piedi”.
  • E’ inoltre il fulcro di un’ampia offerta didattica (oltre 150 le attività proposte) interessante per ogni settore di insegnamento e per istituti scolastici di ogni ordine e grado: per leggere la presentazione dell’offerta, scaricare il catalogo  o prenotare clicca qui
  • Se invece sei interessato a una visita guidata per un gruppo al museo ( o a una delle sue sezioni) compila il modulo che trovi in fondo a questa pagina.

 

 

Prenotazione per gruppi (non per scolaresche, per scolaresche vedi sezione DIDATTICA)

ATTENZIONE: SE NON SI VIENE INDIRIZZATI SULLA PAGINA DI RINGRAZIAMENTO LA PRENOTAZIONE NON E' ANDATA A BUON FINE. Compila questo modulo per prenotare un'evento.
  • Indicare una seconda data nel caso in cui la prima non sia disponibile.
  • :
  • I tuoi dati

  • Es. numero di ingressi omaggio, eventuali soglie (under, over, ...)
  • Indicare ad esempio la presenza di un alunno disabile o altre eventualità specifiche.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.