Cheikh Sadibou Fall e il progetto “Kora Beat”

Cheikh Fall

Cheikh Sadibou Fall

All’eta di quattro anni, inizia con il padre lo studio di strumenti utilizati nei rituali, quali i cabala e dalla madre apprende il canto religioso. All’età di sette ,si avvicina al Sabar e il Djembé seguendo il suo primo maestro Baye Cheikh Mbaye, fondatore del gruppo Bakh Yaye. Approfondirà lo studio con diversi maestri di percussioni, quali Khalifa Konte, Balla Niang Toure, Amor Ngingue con il suo maestro di riferimento Kissima Diabaté di fama internazionale. All’età di quindici anni, intraprende lo studio della Kora con il maestro Amadou Fall, korista di Babà Maal, e in seguito, con il maestro Soriba Kouyate, virtuoso di questo strumento, che collabora con musicisti come Peter Gabriel, Youssou Nour, Salif Keita e Paolo Fresu.

Qualche tempo dopo diventerà Djembé-solista all’interno del Balletto Djembé Rithm di Guediawaye e anche nel gruppo Bakh Yaye, con il quale incide il suo primo disco del titolo “Ndioukel”.

Nel luglio 2005 partirà una tournée in Belgio, in occasione del festival mondiale de folklore.

Nello stesso anno verrà chiamato in Italia per concerti stage animazioni, e si stabilisce a Genova.

In questo contesto, inizierà una intensa collaborazione con la Banda di Piazza Caricamento, con la quale incide due dischi “babelsound” e “nutown”, con Antonella Ruggero. Nel 2007 inizia a lavorare con Saba Anglana, cantante e attrice italo-etiope e con la sua band parteciperà all’incisione di due dischi “Biyo” e “LIFE changanyisha” e avrà l’occasione di collaborare con Nicolò Fabi.

La Kora

La Kora

Negli anni a seguire partecipa al “Sangallo progect: ritmi e canti dell’Africa subsahariana” di Tate Nsongan, artista camerunese membro del gruppo piemontese Mau Mau.

Nel novembre 2011 nasce “Kora Beat“, un progetto musicale interculturale. L’intenzione è quella di sviluppare le potenzialità della Kora, fondendo i ritmi e i suoni africani con strumenti occidentali quali il sax, la batteria e il basso elettrico, dando vita ad admosfere musicali afro jazz, blues, lattin e reggae.

Nel luglio 2015 esce il suo primo disco solista con il progetto Kora Beat “afrique unite“. Nell’arco di questi anni con Saba Angolana, viene invitato in Kenya per amerò, poi a Addis Abeba. Recentemente è stato invitato al festival internazionale di Wagadougou a partecipare ai corsi con Irene Tassambedo e Serge danzatore coreografo del Burkina Faso.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *