Sarà il 29 settembre 2012 alle 11.30 la data dell’inaugurazione de I tesori del Tanaro, prossima mostra temporanea del museo F. Eusebio di Alba (CN) che esporrà i clamorosi ritrovamenti paleontologici degli ultimi anni, scoperti lungo le rive del fiume Tanaro (il mastodonte, ovvero il proboscidato,  i cui resti sono stati ritrovati nel 2010 presso Verduno, e la balena fossile scoperta vicino a Piana Biglini).

si tratta di grandi mammiferi del passato che testimoniano la varietà e la complessità della storia geologica delle nostre colline e l’incredibile diversità degli habitat naturali che si sono succeduti.

La mostra unirà i grandi fossili ai più importanti reperti archeologici che il fiume ha restituito alla sua comunità e che già fanno parte delle collezioni permanenti del museo ( La spada dell’età del Bronzo di Roddi e il cippo marmoreo di Caio Cornelio Germano).

 

 

Sarà il segno del fiume a collegare le due classi di reperti, entrambi appartenenti al passato ma distanti tra loro comunque milioni di anni, proprio per mettere in evidenza il ruolo di arteria fondamentale del nostro fiume all’interno sia della storia naturale del territorio che della nostra storia umana.

Come strumento didattico e divulgativo di corollario all’allestimento si intende realizzare un CD con i contenuti della mostra e degli approfondimenti tematici, che verrà distribuito alle scuole, ai musei e agli enti interessati e messo a disposizione presso il bookshop del Museo.

Alla mostra sarà collegato anche un concorso scolastico per dare un nome, un volto e una storia ai giganti del lontano passato.Il progetto rivolto alle scuole di ogni ordine e grado dell’albese e comuni limitrofi al luogo di rinvenimento del fossile; si tratta di concorso scolastico a più livelli e più categorie, in grado di estendersi durante il periodo ottobre 2012-maggio 2013. Per approfondire clicca qui

In attesa dell’inaugurazione il mueo ospiterà il 15 e il 22 settembre due Aperitivi col fossile in museo, aperitivi divulgativi e insoliti, occasione per incontare dal vivo due paleontologici autori di altre importanti scoperte..

Molte attività divulgative della nostra associazione avranno come oggetto la mostra: per essere agggiornato iscriviti alla nostra NEWSLETTER