DSC_5648

ricostruzione dell’atrio della domus del Teatro Sociale

La sala 12 illustra alcuni degli aspetti in merito all’edilizia privata e alle tecniche edilizie delle domus albesi.

Inoltre, nuove architetture domestiche con sfarzose decorazioni interne sono recentemente venute alla luce dallo scavo sotto Palazzo Govone Caratti.

È stato, infatti, ricostruito, utilizzando in parte reperti originali, il cortiletto interno di una casa, venuta alla luce durante i lavori di ristrutturazione del Teatro Sociale. Di essa si sono conservati il lastricato in arenaria, il pavimento in cocciopesto collocato sotto il porticato e l’affresco parietale decorato con rettangoli bianchi, bordati di rosso e giallo, che imitano un rivestimento in lastre marmoree. La ricostruzione del muro della domus, invece, realizzata con materiali moderni, ha lo scopo di rendere comprensibili la tecnica edilizia ed i materiali da costruzione utilizzati. Altri due ambienti della casa, oltre l’atrio, hanno restituito intonaci decorati. Uno, su fondo bianco, è composto da una fascia orizzontale rossa che divide lo zoccolo dalla parte mediana del muro e da fasce verticali decorate con motivi vegetali che scandiscono la parete in riquadri.fig1

L’altro affresco è invece costituito da una serie di pannelli monocromi, alternativamente rossi e gialli. Al centro di uno di questi si è conservata la parte inferiore di una figura maschile, disegnata con pennellate di colore violaceo e campita di verde.

Gli scavi archeologici hanno svelato altri esempi di edilizia privata, tra cui quelli provenienti dalle domus di via Cerrato e di via Acqui. Dalla prima provengono frammenti di un affresco a fondo rosso decorato con un’architettura prospettica e parti di una cornice di stucco con motivi figurati a rilievo, tra cui un animale. In un ambiente della casa di via Acqui, invece, destinato ad uso termale e dotato di un sistema di riscaldamento a pavimento, è stata portata alla luce una parte di intonaco parietale dipinto che presenta sullo zoccolo una scena figurata con un cervide marino tra due delfini. Anche l’erma in marmo raffigurante un Satiro proviene dalla stessa domus.

 

  • Il Museo Civico archeologico e di scienze naturali Federico Eusebio costituisce la tappa finale di tutti i tour di “Alba Sotterranea. Il passato è sotto ai tuoi piedi”.
  • E’ inoltre il fulcro di un’ampia offerta didattica (oltre 150 le attività proposte) interessante per ogni settore di insegnamento e per istituti scolastici di ogni ordine e grado: per leggere la presentazione dell’offerta, scaricare il catalogo  o prenotare “Il museo per la scuola: scegli tra 150 attività”
  • Se invece sei interessato a una visita guidata per un gruppo al museo ( o a una delle sue sezioni) compila il modulo che trovi in fondo a questa pagina.

 

 

 

Prenotazione per gruppi (non per scolaresche, per scolaresche vedi sezione DIDATTICA)

ATTENZIONE: SE NON SI VIENE INDIRIZZATI SULLA PAGINA DI RINGRAZIAMENTO LA PRENOTAZIONE NON E' ANDATA A BUON FINE. Compila questo modulo per prenotare un'evento.
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
  • Formato data:GG slash MM slash AAAA
    Indicare una seconda data nel caso in cui la prima non sia disponibile.
  • :
  • I tuoi dati

  • Es. numero di ingressi omaggio, eventuali soglie (under, over, ...)
  • Indicare ad esempio la presenza di un alunno disabile o altre eventualità specifiche.
    Vuoi essere aggiornato sulle nostre proposte e sui nostri eventi, attività didattiche e progetti? Vuoi conoscere i risultati delle nostre attività istituzionali rivolte ai beni culturali e ambientali? Iscriviti alla nostra Newsletter. Inviamo una mail al mese con tutte le novità ed è comunque possibile disiscriversi in qualunque momento.
    Il trattamento dei dati forniti è finalizzato all'espletamento del servizio richiesto (eventi culturali, mondo della scuola, proposte itinerari). I dati non saranno comunicati e/o diffusi a terzi dalla nostra associazione. Il conferimento dei dati è facoltativo ma necessario per l'espletamento del servizio. La conservazione dei dati sarà effettuata dal titolare fino a revoca del servizio da parte dell'interessato o fino a conclusione del servizio stesso. L'interessato ha diritto di accesso ai dati, alla loro rettifica, cancellazione e limitazione al trattamento per motivi legittimi e che per l'esercizio di tali diritti ci si potrà rivolgere a info@ambientecultura.it.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.