I diorami esposti nella prima sala

Dislocato su tre diverse sedi, il museo civico di archeologia e antropologia offre una panoramica sui ritrovamenti archeologici- risalenti al periodo preistorico- avvenuti nel Pinerolese. Nella sede centrale, collocata in viale Giolitti 1, tre spazi espositivi mettono in evidenza i due aspetti relativi all’attività del CeSMAP (Centro Studi e Museo d’Arte Preistorica), ovvero la ricerca e la didattica, ed aiutano a comprendere in maniera più efficace il periodo iniziale della storia umana.

Nella sala 1 sono presenti nove diorami, che mostrano le fasi dell’evoluzione umana dal punto di vista biologico e culturale; la sala 2 è esposta una serie di calchi di incisioni rupestri provenienti da tutta Europa, realizzate per mezzo del cosiddetto “SRB System”, tecnica messa a punto nei laboratori pinerolesi negli anni ’70, che si basa sull’utilizzo di una resina termoplastica; sono inoltre presenti una riproduzione della “Venere di Willendorf” (23000-19000 a.C.; vedi immagine 3) e del villaggio neolitico di Charavines, nel dipartimento dell’Isere. L’ultima sala è dedicata alle ricerche nel Pinerolese (Rocca di Cavour, Val Chisone, Val Germanasca e Val Pellice); sono invece esposti sia calchi e fotografie di incisioni rupestri, sia reperti archeologici.

Sono inoltre utilizzati come spazi espositivi il Palazzo del Senato (clicca qui per approfondire), in Largo D’Andrade 2-4, e la chiesa di Sant’Agostino, in cui si tengono esposizioni temporanee.

La sede del museo, in viale Giolitti

APPROFONDIMENTI E VISITE

La sede di Viale Giolitti 1 (Pinerolo- TO; coordinate Lat. 44°53’7.42″N, Long. 7°20’4.22″E) è aperta al pubblico, con ingresso gratuito, la domenica, dalle ore 10:30 alle 12 e dalle ore 15:30 alle 18. Per informazioni più dettagliate, visita il sito: https://cesmap.it/il-museo-darte-preistorica-museo-civico-di-archeologia-e-antropologia-di-pinerolo/

Clicca qui per la mappa