Visuale aerea del sito, con l’area sacra in primo piano

L’area archeologica, che sorge nel comune di Monteu da Po (TO), conserva i resti della colonia romana di Industria; la sua importanza era dovuta soprattutto al commercio: collocata sulla riva del Po- che oggi scorre invece qualche chilometro più a Nord- costituiva infatti un importante scalo per le merci provenienti sia dalla Valle d’Aosta, sia dall’Adriatico.

La colonia sorge in età imperiale, a cavallo tra I secolo a.C. e I d.C., sui resti dell’insediamento ligure di Bodincomagus (il cui nome significa proprio “mercato sul Po”), citato da Plinio il Vecchio. Dell’antico insediamento romano, sono oggi visibili alcuni quartieri residenziali e i resti dell’area sacra dedicata al culto di Iside e Serapide; di quest’ultima sono emersi il podio del tempio e l’esedra che circonda lo spazio aperto connesso all’edificio religioso. Si tratta di un culto di origine egizia, dunque importato: questa è una caratteristica tipica degli insediamenti a vocazione commerciale (il tempio di Iside “italiano” più famoso è quello di Pompei).

Sono infine stati rinvenuti molti reperti bronzei (statuette, ex-voto, oggetti di uso comune), conservati presso il museo di antichità di Torino; la circolazione del rame, che insieme allo stagno compone questa lega, favorisce lo sviluppo di questo tipo di lavorazione.

Industria: parte dei resti dell’area sacra

APPROFONDIMENTI E VISITE

L’area archeologica (Corso Industria 6 ter, Monteu da Po- TO; coordinate Lat. 45° 9’32.35″N, Long. 8° 1’6.48″E) è aperta alle visite- gratuite- tutti i giorni a partire dalle ore 09:00 (sino al tramonto); tuttavia, a partire dal 1 novembre 2019, è chiusa per ragioni di servizio.

Clicca qui per la mappa