Una delle sepolture ricostruite in museo

Ha sede nel quattrocentesco Palazzo del Senato, adibito a Senato pinerolese nel 1713, l’esposizione permanente dedicata alla necropoli della Doma Rossa ed al territorio di Pinerolo in età romana; questa necropoli, scoperta nel 2003 a Riva di Pinerolo, durante alcuni lavori per la realizzazione di un tratto autostradale, comprende una trentina di tombe, risalenti ad un arco temporale che va dal I al V secolo d.C.

Il nucleo più antico della necropoli è composto dalle sepolture ad incinerazione, in questo caso indiretta (il corpo veniva infatti cremato in un luogo diverso rispetto a quello della sepoltura), risalenti al I-II secolo d.C. e collocate soprattutto nella parte settentrionale. Al II-III secolo risalgono invece le sei inumazioni rinvenute nella zona meridionale; si tratta di sepolture in cassette laterizie, ovvero casse realizzate in tegole e coppi. Rappresenta infine un caso singolare quello della tomba ad incinerazione, in cui le ceneri erano contenute in un anfora, risalente al IV-V secolo; in quel periodo, infatti, le sepolture erano solitamente ad inumazione.

La necropoli ha inoltre restituito circa 500 tra oggetti di corredo (in ceramica, vetro e metallo) ed elementi relativi alle offerte, conservati, insieme alla ricostruzione di tre tombe, negli spazi dedicati a Palazzo del Senato.

Palazzo del Senato, sede del museo

APPROFONDIMENTI E VISITE

Gli spazi espostivi di Palazzo del Senato (Largo D’Andrade 2-4, Pinerolo- TO; coordinate Lat. 44°53’11.10″N, Long. 7°19’38.83″E) sono aperti al pubblico la domenica, dalle ore 10:30 alle 12 e dalle ore 15:30 alle 18; è inoltre possibile prenotare una visita guidata, contattando lo 0121 794382. Per maggiori informazioni, visita il sito: https://cesmap.it/pagina-di-esempio/palazzo-del-senato/.

Clicca qui per la mappa